Sito web AGOSTO 2019: Catalan Ratafía

Liquore tradizionale di oltre mille anni

Il catalano Jäggermeister è nato prima del Jäggermeister

Noci verdi, chiodi di garofano, Maria Luisa, noce moscata e cannella. Questi sono i 5 elementi che un liquore alle erbe deve contenere per essere commercializzato come Ratafia. 

I liquori alle erbe erano conosciuti già in epoca greca e romana, ma fu solo nel Medioevo che i monasteri lavorarono e perfezionarono le formule per fare distillati con frutta e piante aromatiche, molte delle quali con funzioni curative. 

Queste formule presto raggiunsero le case. Ogni contadino creava la sua ratafía e ognuno dava il suo tocco speciale al liquore, un segreto ben custodito che passava di padre in figlio. 

Con l'abbandono delle attività rurali e lo spostamento della popolazione verso le città, la produzione familiare e casalinga di ratafía è diminuita e il consumo è diminuito. Tuttavia, in Catalogna la ratafía si è sviluppata senza interruzioni e negli ultimi anni ha subito una ripresa. Attualmente vengono prodotti circa 500.000 litri all'anno.

Protezione del marchio

Nel 1985 la Catalan Ratafía è stata riconosciuta come Denominazione di Qualità. Per gestire l'identificazione geografica protetta (IGP), è stato creato un Consiglio di regolamentazione. Quest'ultimo ha il compito di rappresentare, difendere, garantire e promuovere l'IDG e ha un proprio organo di governo.

Il web

A settembre 2019, vista la grande crescita del consumo di ratafia, il consiglio di regolamentazione si è recato a Indian Webs per creare da zero una pagina web sulla IGP Ratafia Catalana. Ci siamo subito trovati d'accordo nel definire gli obiettivi della pagina: 

 

Kiara Mendoza Garcia

Il nostro Blogger

Elaborazione

L'elaborazione della Ratafia catalana è stata tradizionalmente collegata al calendario Santorale, da cui il detto "Le erbe di San Juan hanno virtù tutto l'anno". Pertanto, in Catalogna il calendario tradizionale raccolto da vari autori era il seguente: la raccolta di nuove erbe ed erbe associate a San Juan, che è quando sono in piena stagione. Per il San Pedro, se le erbe sono state conservate, la miscela è fatta. Per la Vergine d'Agosto in bottiglia. E finalmente a Natale si intrufola. La degustazione può avvenire dopo Natale, anche se c'è chi non aspetta e lo fa per Ognissanti [G. Rossi, 1986; J. Fabrega, 2001; J. Quintana, 2011; A. Figueras e MT Castellón, 2012].

Pertanto, i santi hanno già indicato le quattro fasi della produzione: raccolta, macerazione, abbellimento e imbottigliamento.

Dati di progetto

I progetti di successo più rilevanti della nostra agenzia di web design e marketing online. Una volta che il web è finito, ti consigliamo su SEO o posizionamento naturale, marketing online, social media e molto altro.

Hai in mente un progetto?

Vuoi aggiornare il tuo sito web? Parlaci del tuo progetto. Possiamo aiutarti.

© Copyright IndianWebs 2018 | avviso legale | Area Clienti